Lavoro, stage ed opportunità

Guardia di Finanza: pubblicato bando di concorso

Guardia di Finanza: pubblicato bando per tutti coloro che vogliono entrare nelle forze armate: i posti disponibili, le prove e le scadenze.

Nuove opportunità per tutti coloro che vogliono entrare a far parte delle Forze Armate. Indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, per il reclutamento di 10 tenenti in ruoli tecnici, logistici e amministrativi. La data di scadenza per compilare la domanda (tramite procedura esclusivamente online) è il 18 gennaio 2018. I posti disponibili sono i seguenti:

  • 1 posto per ufficiali in ferma prefissata, con almeno 18 mesi di servizio nel Corpo della Guardia di Finanza. Il posto è assegnato alle Specialità Amministrative.
  • 9 posti sono destinati a cittadini italiani in possesso di requisiti in seguito precisati e così suddivisi: 3 posti per l’area Amministrazione, 3 posti per l’area Telematica e 3 posti per la Sanità.

I candidati interessati potranno concorrere per una sola categoria ed è richiesto il possesso di determinati requisiti. Per il posto destinato ad ufficiali in ferma prefissata in congedo occorre:

  • aver prestato servizio per almeno 18 mesi, compreso il periodo di formazione;
  • alla data del 1° gennaio 2017, non aver superato il trentaquattresimo anno di età;
  • non essere stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso una pubblica amministrazione;
  • non essere stati condannati o imputati per delitti colposi e non essere stati sottoposti a misure preventive;
  • non essere stati dimessi per motivi disciplinari o per inattitudine alla vita militare da accademie, scuole, o istituti di formazione delle Forse armate o delle Forze di Polizia di Stato;
  • aver mantenuto le qualità morali e di condotta necessarie per l’ammissione ai concorsi della magistratura ordinaria.

Per quanto riguarda i posti riservati ai militari del Corpo appartenenti ai ruoli ispettori, sovrintendenti, appuntati e finanzieri, invece, si richiede che:

  • alla data del 1° gennaio 2017, non abbiano compiuto i 45 anni, quindi, siano nati nel periodo antecedente al 1° gennaio 1972;
  • non siano stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso una pubblica amministrazione;
  • non siano imputati, condannati, oppure non abbiano ottenuto l’applicazione della pena ai sensi dell’art. 444 del codice di procedura penale per delitti non colposi, ne’ siano o siano stati sottoposti a misure di prevenzione;
  • abbiano riportato nell’ultimo biennio la qualifica finale non inferiore a ‘superiore alla media’ o giudizio equivalente;
  • non siano stati dichiarati non idonei all’avanzamento o se dichiarati non idonei all’avanzamento, abbiano successivamente conseguito un giudizio di idoneità;
  • non siano stati dimessi, per motivi disciplinari o per inattitudine alla vita militare, da accademie, scuole, istituti di formazione delle Forze armate e delle Forze di polizia dello Stato;
  • non abbiano riportato, nell’ultimo biennio, sanzioni disciplinari più gravi della consegna;
  • non siano sottoposti a un procedimento disciplinare di corpo da cui possa derivare l’irrogazione di una sanzione più grave della consegna, a un procedimento disciplinare di stato o a un procedimento disciplinare ai sensi dell’articolo 17 delle norme di attuazione, di coordinamento e transitorie del codice di procedura penale;
  • non siano sospesi dal servizio o non siano in aspettativa.

Infine una parte dei posti è riservata ai cittadini italiani, a cui è richiesto di:

  • non aver superato il 35° anno di età, quindi essere nati in data non antecedente al 1° gennaio 1982;
  • essere in possesso dei diritti civili e politici;
  • non essere stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso una pubblica amministrazione;
  • non essere stati imputati o condannati, ne essere stati sottoposti a misure di prevenzione;
  • non essere stati ammessi a prestare servizio civile nazionale quali obiettori di coscienza, ovvero abbiano rinunciato a tale status;
  • non essere stati dimessi, per motivi disciplinari o per inattitudine alla vita militare;
  • essere in possesso delle qualità morali e di condotta stabilite per l’ammissione ai concorsi della magistratura ordinaria.

Oltre ai requisiti sopra elencati, è inoltre richiesto il possesso di un diploma di laurea, di laurea specialistica o magistrale o altro titolo equipollente idoneo a ricoprire la posizione per cui si concorre. I posti disponibili per l’area Sanità sono riservati agli iscritti all’albo dei medici-chirurghi.

Dopo la presentazione delle domande di partecipazione, la selezione avverrà tramite ilsuperamento di una serie di prove: un eventuale test preliminare, una prova scritta di cultura tecnico-professionale, l’accertamento dell’idoneità attitudinale al servizio incondizionato nella Guardia di finanza, in qualità di ufficiali in servizio permanente effettivo del ruolo tecnico-logistico amministrativo, e l’accertamento dell’idoneità psico-fisica e alla prova orale. Sono previste anche: una prova facoltativa di una lingua straniera, la valutazione dei titoli di merito e una visita medica di incorporamento.

Per ulteriori informazioni, è possibile consultare il bando.