Moda

Svelato il colore Pantone del 2018

L’azienda statunitense Pantone, che si occupa principalmente della catalogazione dei colori, ha scelto la tonalità di tendenza del 2018.

Secondo l’azienda, si tratta di un colore che “comunica originalità, ingegnosità e un pensiero visionario rivolto al futuro”. Stiamo parlando dell’Ultra Violet. Leatrice Eiseman, Executive Director del Pantone Color Institute, lo descrive come “un viola che deriva dal blu. Dall’esplorazione delle nuove tecnologie alla galassia più ampia, all’espressione artistica e a una riflessione spirituale, l’intuitivo Ultra Violet illumina la via verso quello che verrà”. 

L’Ultra Violet si presenta come una tonalità vivace e riflessiva che guarda al futuro. Con questa scelta, si va a perdere lo schema scaramantico e pessimistico che vieta il viola in diverse occasioni come al teatro, agli esami, ai matrimoni e in televisione.

La nuance è anche un elogio ai grandi della musica del nostro millennio a cominciare da Prince – autore di Purple Rain – che ha fatto del viola la sua tinta preferita. Dopo il Greenery – colore Pantone dell’estate 2017, la cui influenza è stata più su carta che sul pratico- tocca all’Ultra Violet farsi spazio tra il mondo della moda, del beauty, del design e della ristorazione.

Laurie Pressman, Vice President del Pantone Color Institute, ha dichiarato che “il Pantone Color of the Year ha cominciato a significare molto di più di ‘cosa fa tendenza’ nel mondo del design. Si tratta di una vera e propria riflessione su ciò di cui il nostro mondo ha oggi bisogno. Poiché gli individui di tutto il mondo sono sempre più affascinati dal colore e ne comprendono la capacità di veicolare messaggi e significati profondi, progettisti e marchi devono sentirsi motivati a utilizzare il colore per ispirare e influenzare. Il Color of the Year è quel particolare momento nel tempo che fornisce la direzione strategica al mondo delle tendenze e del design, rispecchiando il lavoro che il Pantone Color Institute svolge tutto l’anno per progettisti e marchi”.