Ritornano in voga gli anni ’80? Il revival degli studenti di oggi

Nel 2017, a quasi quarant’anni di distanza, ci troviamo ad assistere ad un revival importante di un’epoca fatta di alti e bassi, ma indiscutibilmente incisiva: gli anni ’80.

Chi al tempo era un adolescente, oggi da adulto ricorda con nostalgia quegli anni che adesso sembrano tanto in voga tra i giovani 2.0. Tra musica, cinema, invenzioni e moda gli anni di plastica fanno sentire ancora il loro fascino, tanto complessi quanto bizzarri gli anni 80 stanno fortemente influenzando il panorama odierno alle soglie degli anni 20 del duemila.

Perchè questi anni ci affascinano tanto? In parte è anche merito di film e serie televisive ambientate in questi anni. Infatti, alla domanda posta agli studenti universitari circa la causa del loro ritardo nel dare gli esami, la risposta sarà quasi sicuramente una: “devo mettermi in pari con gli episodi di Stranger Things.” Serie tv amatissima da giovani e meno giovani, Stranger Things in questi ultimi anni è diventato un vero e proprio cult del piccolo schermo. In pieno stile anni ’80, la serie che racconta le avventure di una città americana tra mistero, fantascienza e fascino nerd dipinge una perfetta immagine di quegli anni che oggi stiamo conoscendo con grande curiosità. Oggi infatti ci troviamo fan sfegatati della hit “Should I stay or should I go” – canzone preferita del piccolo e sfortunato Will Byers (spoiler alert) – , amiamo il classico giubbotto in jeans della bizzarra Undici e adoriamo il coloratissimo cappello di Dustin.

Ma se apparteniamo a quella fetta di popolazione che non ama le serie tv o non vuole conformarsi alle abitudini mainstream delle masse, bisogna comunque prendere coscienza del fatto che volenti o nolenti siamo tutti un po’ sotto l’influenza di questi anni. Sono figli degli anni 80 infatti il primo Apple Macintosh (1984), l’arrivo dell’interfaccia Windows di Microsoft (1984), il celebre Shining di Kubrick (198o), la musica di Jackson, Madonna, i Depeche Mode e molta altra ancora, la moda fatta di pelle, jeans, lustrini colori e scelte discutibili.

Se quindi Raf si chiedeva Cosa resterà di questi anni 80oggi potremmo forse dare una risposta e magari togliere a quegli anni il pregiudizio che li categorizzava come anni di superficialità e frivolezza, dal momento che ancora oggi riescono a dare un contributo importante alla nostra cultura contemporanea. 

 

Articoli simili

Advertisement

Leggi articolo precedente:
CATANIA – Palazzo Biscari: storia e curiosità del fiore all’occhiello della città

Il Palazzo Biscari, maestosa dimora della famiglia Paternò Castello, rappresenta oggi una delle principali strutture architettoniche della città di Catania....

Chiudi