L’alcol migliora le nostre abilità linguistiche: uno studio lo conferma

L’alcol migliora le nostre abilità linguistiche? Secondo un recente studio, un uso moderato di bevande alcoliche può migliorare la pronuncia delle lingue straniere.

A chi non è mai capitato di bere un bicchiere di troppo e di cominciare a parlare con scioltezza in una lingua straniera? Frequentando il magico mondo di internet, vi sarete sicuramente imbattuti in qualche meme che ha posto simpaticamente la questione, scherzando sul fatto che con un po’ di alcol in circolo diventiamo bravissimi a parlare in una lingua che non è la nostra, mentre normalmente saremmo capaci di mettere in fila giusto qualche parola sconnessa. Un fondo di verità effettivamente c’è, ma la questione è un po’ più complessa.

Questo fenomeno, infatti, riguarda nello specifico le persone che padroneggiano già una seconda lingua oltre a quella madre. Sebbene si conosca bene una lingua, infatti, può capitare comunque di sentirsi inibiti quando ci si ritrova a sostenere una conversazione in una lingua e in un contesto che non ci appartengono in toto. Un’inibizione mentale che porta inevitabilmente ad un controllo maggiore della pronuncia e dunque ad risultato più innaturale di quando, paradossalmente, ci controlliamo meno. Ed è proprio questo controllo eccessivo che può venire meno quando capita di avere una piccola spinta alcolica.

A confermarlo è uno studio condotto dall’Università di Liverpool, di Maastricht e del King’s College London che ha effettuato una ricerca su un gruppo di studenti che parlano fluentemente una lingua straniera. L’esperimento è stato condotto su 50 studenti tedeschi che stanno imparando l’olandese. A metà di loro è stata somministrata una piccola dose di alcol, all’altra metà è stata data una bevanda analcolica. Dopo questo primo step, è stato chiesto a questi studenti di sostenere una breve conversazione in lingua mentre alcuni volontari si occupavano di monitorarli. Sebbene gli studenti non avessero notato la differenza, dai risultati è emerso che chi aveva consumato una bevanda alcolica si esprimeva meglio e, soprattutto, con una pronuncia migliore.

Il motivo sarebbe da ricondurre all’effetto disinibente dell’alcol che aiuterebbe a superare in parte l’ansia sociale che ci coglie quando ci troviamo in situazioni di difficoltà o poco naturali come quella di esprimersi in una lingua che non è la propria. Quindi l’alcol potrebbe aiutare in questo senso, rendendoci più tranquilli e, di conseguenza, migliorando le nostre abilità linguistiche a partire dalla pronuncia.

Importante è sottolineare però che non stiamo parlando di grandi quantità di alcol o di uno stato di totale ubriachezza. Quindi, attenti a non esagerare: un bicchiere di birra potrebbe aiutarvi a sciogliervi un po’ quando parlate in una lingua straniera, ma non fatevi prendere troppo la mano.

 

Articoli simili

Advertisement

Leggi articolo precedente:
Studiare inglese: all’università programmi inadeguati per studenti

Studiare lingue al liceo e all'università è davvero qualcosa di così diverso? Gli insegnamenti e programmi universitari per l'apprendimento delle...

Chiudi