CATANIA – Tribunale: salvato l’uomo che voleva buttarsi [VIDEO]

Dopo circa due ore di ansia e paura, finisce bene l’episodio dell’uomo che aveva minacciato di lanciarsi dal cornicione del Palazzo di Giustizia di Catania.

Finisce bene per l’uomo che fino a poco fa stava minacciando di lanciarsi dal cordolo esterno del Palazzo di Giustizia di Catania. Da quanto si apprende dalle prime fonti, l’uomo minacciava di suicidarsi per compiere un gesto di protesta e disperazione nei confronti della “giustizia ritardataria”. Carabinieri, polizia, vigili del fuoco e personale del 118 avevano tempestivamente raggiunto il luogo per mettere in salvo la vita dell’uomo. L’intervento di messa in sicurezza dell’area interessata è stato prontamente messo a punto dalle forze dell’ordine presenti sul posto mentre, per assicurare il salvataggio dell’uomo è stato necessario aspettare di più. Infatti, i vigili del fuoco hanno dovuto attendere, forse anche per troppo tempo, l’arrivo di un telo gonfiabile da stendere nel punto in cui l’uomo minacciava di lanciarsi. Il materiale infatti è stato trasportato a Catania dalla città di Messina. Tempi prolungati dunque, che hanno fatto temere il peggio, fortunatamente sventato.

Hanno tentato di dissuadere l’uomo sia Giuseppe Cannavò, il suo legale che il presidente del tribunale. Pare che il motivo che abbia spinto l’uomo a minacciare il suicidio sia stato il mancato arrivo di una sentenza. Adesso, la brutta esperienza si conclude, l’uomo è in salvo e la normale routine torna a imperare nel Palazzo di giustizia catanese.

Video di Sergio Sacconi:

 

 

Articoli simili

Advertisement

Leggi articolo precedente:
UNICT – Malfunzionamento al Portale Studenti: impossibile collegarsi

Malfunzionamenti al Portale studenti del sito dell'Università di Catania: studenti tentano di collegarsi da diversi minuti. Secondo le segnalazioni dei...

Chiudi