Collaborazione tra diverse aree di ricerca: al Monastero si parla di Horizon 2020

Interdisciplinarità, collaborazione tra diverse aree di ricerca e sinergia tra scienze dure , socio-umanistiche ed economiche: al Monastero arriva la conferenza nazionale su Horizon 2020.

Si terrà nell’ex Monastero dei Benedettini la conferenza nazionale “Progettare insieme in Horizon 2020”, punto d’incontro tra e sinergia tra vari settori, anche apparentemente molto diversi tra loro, affinché si possano costruire progetti multidisciplinari e interdisciplinari; lo sguardo delle Scienze socio-economiche e umanistiche (SSH) e l’approccio delle Scienze, Tecnologia, Ingegneria e Matematica (STEM) s’incontrano per assicurare che vengano colte tutte le sfaccettature di un problema, interpretandolo in maniera più completa e influendo positivamente sulla sostenibilità e l’accettabilità delle soluzioni.

L’evento si svolgerà nelle giornate di martedì 24 e mercoledì 25 ottobre e prevede quattro sessioni di lavoro:

  • Presentazione delle opportunità di finanziamento offerte dai bandi 2018-2020 di Horizon 2020 in cui la collaborazione tra scienze umane e scienze dure è necessaria;
  • Brain walking nel Monastero dei Benedettini per immaginare sinergie presenti e future per le aree di ricerca SSH e STEM;
  • L’efficace collaborazione tra ricercatori STEM e SSH nei bandi Horizon 2020: testimonianze da esperienze sul campo;
  • Sessione di co-design sulle possibili collaborazioni tra SSH e STEM, anche in vista della preparazione del 9° Programma Quadro.

Per partecipare alla conferenza nazionale è obbligatoria la registrazione online (clicca qui).

Articoli simili


Articoli scritti dalla Redazione.

Advertisement

Leggi articolo precedente:
CATANIA – Scomparso l’ex sindaco Angelo Munzone: fu anche presidente del Bellini

Alla guida della città di Catania dal 1982 al 1984, era stato anche sovrintendente del Teatro Massimo e presidente dell'Istituto...

Chiudi