CURIOSITÀ – Italiano in crescita esponenziale: è la quarta lingua più studiata al mondo

Italia in giro per il mondo. La nostra “madrelingua” è la quarta più studiata nell’intero globo, amata soprattutto dagli studenti che si avvicinano alla cultura del nostro Paese.

Si aggrega così alle 3 lingue più studiate, quali inglese, spagnolo e cinese, la nostra lingua che, proprio grazie alla diffusione del “made in Italy”, cresce in modo esponenziale. Si noti che proprio nell’anno accademico 2015/2016 a scegliere lo studio dell’italiano sono stati ben oltre 400 mila studenti stranieri in più, rispetto al bienno 2014/2015. È proprio da quest’ultimo anno accademico, che i numeri sono aumentati fino a toccare i 2 milioni 233 mila e 373 studenti stranieri di italiano in tutto il mondo. Un fenomeno che si può considerare di enorme portata, che segna un incremento notevole rispetto al 2013/2014 e al 2012/2013.

Circa il 55% degli studenti stranieri, si rapporta con la nostra lingua e la studia tra i banchi delle scuole. Diversamente, più di 300 mila studenti, si avvicinano alla lingua italiana in contesti extra-scolastici. Ad esempio, 42 mila studenti, studiano italiano grazie alle varie società culturali (come la società Dante Alighieri).

Ma quali sono i motivi per cui gli stranieri si avvicinano sempre di più alla lingua del Bel Paese? Possiamo individuare bene da cosa siano attratti gli stranieri: l’arte, la cultura, la storia e la letteratura. Colonne portanti della nostra patria. Ma alla cultura italiana, si accosta ora un’altra attrazione: la moda e il design – e ovviamente il cibo – “made in Italy”. Secondo il documento degli “Stati generali della lingua italiana nel mondo“, questi fattori sono nuovi veicoli per attrarre gli stranieri verso lo studio dell’italiano, con prospettive di lavoro e di business.

Gli studenti stranieri che si avvicinano allo studio della lingua italiana si trovano per lo più in Germania (l’88% degli studenti) e Francia. I paesi anglofoni con maggior numero di studenti stranieri che studiano italiano sono invece gli Stati Uniti d’America e l’Australia: USA che può contare su ben 50 dipartimenti di italianistica e 400 corsi di italiano, dove il 60% è concentrato nell’east-cost degli Stati Uniti (New York, Washington, Boston e Philadelphia). Anche in Cina, l’italiano riesce a conquistare seguaci e studiosi, in minoranza però rispetto agli altri Paesi; infatti sono solo 2.900 studenti a studiare italiano in Cina. Dati importanti pure in tutto il Mediterraneo, tra Egitto, Tunisia e Albania, quest’ultima considerata un Paese “italianofono” a tutti gli effetti. Mentre, in Argentina, dove si registra un’importante incidenza demografica italiana, il disinteresse per la lingua aumenta, portando i giovani a studiare altre lingue.

Articoli simili

Advertisement

Leggi articolo precedente:
CATANIA – Sposa arriva in chiesa in autobus: su via Etnea coppia rievoca la linea 30

Tra lo stupore dei passanti, una giovane sposa è scesa dallo storico bus 30 cittadino davanti la scalinata della chiesa...

Chiudi