SCUOLA – Concorso insegnanti 2018: Miur regola l’acquisizione dei 24 CFU

Il Miur ha pubblicato una tabella riassuntiva contenente alcune note per l’acquisizione dei 24 CFU in materie antropo-psicopedagogiche, requisito fondamentale per la partecipazione al Concorso docenti del 2018 che darà accesso al Fit, il tirocinio triennale abilitante e retribuito, al termine del quale il docente conseguirà la cattedra.

Il Ministero ha allegato alcune note che riassumono le regole e le modalità di acquisizione dei crediti:

  • Il decreto sui 24 CFU non ha previsto la frequenza obbligatoria; dopo i corsi e i relativi esami, gli aspiranti docenti riceveranno una certificazione universitaria o AFAM con la quale potranno accedere al concorso.
  • I CFU già conseguiti attraverso master, specializzazioni, corsi singoli, corsi curriculari, dottorati di ricerca, saranno convalidati e allegati alla certificazione suddetta.
  • Si devono possedere almeno 6 CFU in tre dei quattro ambiti previsti dal decreto ministeriale 616/2017.
  • Oltre ai 24 CFU, è necessario possedere tutti gli altri requisiti e crediti previsti dalle classi di concorso pubblicati dal Ministero.
  • Infine i CFU acquisiti per le proprie classi di concorso e che hanno i medesimi SSD dei 24 CFU possono essere utilizzati e quindi accumulati ai fini della partecipazione al concorso.

Advertisement

Leggi articolo precedente:
UNICT – Concorsi universitari: il caso di Scirè, che ha vinto tre ricorsi ma non insegna

La vicenda dei concorsi truccati in diverse università italiane, resa nota dalla Guardia di Finanza di Firenze, riapre la questione...

Chiudi