CATANIA – Fermato un ventenne dopo aggressione: “Sono stato io a colpire il vigile”

Era stato portato poche ore fa in Questura e, dopo averlo sentito, ha ammesso di esser stato lui a colpire Luigi Licari in via del Rotolo.

È un ventenne il sospettato numero uno per l’aggressione subìta dall’ispettore della Polizia Municipale Licari, che il 2 settembre fu colpito violentemente in seguito ad un divieto di transito. L’ispettore è tutt’ora ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Cannizzaro di Catania, dopo esser stato colpito alla testa ed aver subìto un’operazione in seguito ad una emorragia celebrale.

Il giovane, sentito dalla Procura, ha confessato di aver colpito al volto il vigile urbano, facendolo caracollare a terra ma non accorgendosi della gravità della situazione, dovuta alla moltitudine di persone attorno. Dalle prime ricostruzioni pare che il giovane, dopo il divieto, sia tornato sul posto aggredendo l’ispettore in seguito a una breve lite. Il ragazzo è stato immediatamente fermato, con la palla che passa al Gip che dovrà convalidarne il fermo.

Nel frattempo, il sindaco Enzo Bianco, attraverso il suo profilo facebook, ha dichiarato un lieve miglioramento delle condizioni dell’ispettore Licari, evidenziando nessun nuovo evento emorragico dopo l’operazione chirurgica.

Articoli simili


Articoli scritti dalla Redazione.

Advertisement

Leggi articolo precedente:
Le riduce la paghetta perché fuoricorso: studentessa fa causa al padre

Studentessa 26enne, fuoricorso, ha denunciato il proprio padre, colpevole di "non mantenerla".   Uno scenario non insolito: la figlia tarda...

Chiudi