UNICT – Ai Benedettini prima summer school d’italiano per allievi stranieri

Al Monastero dei Benedettini lezioni di lingua italiana per allievi stranieri. Arriva la prima summer school d’italiano.

Lezioni di lingua italiana, attività culturali e visite guidate alla città di Catania e ai suoi splendidi dintorni. È il menu della prima summer school per studenti non madrelingua – che si terrà al Monastero dei Benedettini dal 22 al 29 settembre – promossa dalla nuova Scuola di Lingua e Cultura Italiana per stranieri (Italstra) del dipartimento di Scienze umanistiche dell’Università di Catania.

Il corso estivo prevede, in particolare, lezioni di lingua italiana da 30 ore di livello A1 e A2, ispirate al quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue e tenute da qualificati docenti di madrelingua. E’ prevista anche la visita guidata al Monastero, in partnership con l’associazione Officine culturali. Per conoscere tutti i dettagli della proposta, gli studenti stranieri interessati al corso possono scrivere all’indirizzo di posta elettronica italstra@unict.it entro il prossimo 18 settembre.

La summer school rappresenta una delle prime attività del genere di Italstra, struttura didattica speciale dell’Ateneo di Catania, istituita su proposta del Disum e attivata alcuni mesi fa, coordinata da un comitato scientifico composto dal direttore Disum Marina Paino, e dai docenti Rosaria Sardo, Attilio Scuderi e Carminella Sipala. È erede diretta della vecchia Scuola di Italiano per Stranieri afferente all’allora facoltà di Lingue e Letterature Straniere prima e di Lettere poi. La struttura – che ha sede al Monastero – nasce per dare un’adeguata risposta alla crescente domanda di conoscenza e padronanza linguistica dell’italiano come lingua straniera, promuovendo attività didattiche di lingua e cultura, oltre che attività di formazione per docenti di italiano come lingua straniera.

In collaborazione con il Disum e con l’Ateneo la Scuola contribuisce ad organizzare incontri ed eventi finalizzati alla promozione culturale in genere: dalla conoscenza del patrimonio artistico-archeologico alla valorizzazione del patrimonio ambientale e della cultura materiale (dalla cucina alle tradizioni popolari).

Italstra promuove inoltre corsi di preparazione all’esame Cils, la certificazione creata dall’Università per stranieri di Siena che stabilisce i cinque livelli di competenza in italiano come lingua straniera: riconosciuta dal Ministero degli affari esteri, Cils spesso usata per attestare la conoscenza dell’italiano adeguata per l’iscrizione all’università nel nostro Paese. Presso Italstra è anche possibile sostenerne gli esami.

Articoli simili


Articoli scritti dalla Redazione.

Advertisement

Leggi articolo precedente:
Il regista catanese Riso al Festival di Venezia: nel suo film Micaela Ramazzotti e Patrick Bruel

Tra i film in concorso alla settantaquattresima edizione del Festival del Cinema di Venezia c'è anche un pezzo di Catania....

Chiudi