SERIE TV – Le cinque da non perdere da Settembre

Con la fine dell’estate e l’inizio della stagione autunnale, ricomincia la routine universitaria ma ricominciano anche la maggior parte delle serie tv: dai classici alle nuove uscite, da settembre in poi il piccolo schermo comincerà a ripopolarsi dopo le varie pause estive.

STRANGER THINGS – Sicuramente uno dei ritorni più attesi di questo 2017, “Stranger Things” debutta su Netflix a luglio 2016 con la prima stagione e riscuote da subito un gran successo. Ideata e prodotta dai fratelli Matt e Ross Duffer, questa seria televisiva si ispira ai cult del cinema anni ’80 e ai classici di Stephen King (palesi i riferimenti alla sua narrativa e al suo stile). In una piccola città dell’Indiana, una sera d’estate un ragazzino scompare in circostanze misteriose. La madre e il gruppetto di amici aprono un’inchiesta per ritrovarlo, non sapendo però, che così facendo porteranno a galla una serie di enigmi che coinvolgono esperimenti governativi segreti. In esclusiva su Netflix la seconda stagione a partire dal 27 ottobre 2017.

AMERICAN HORROR STORY – Uno dei telefilm più amati e più “rinnovati” è proprio “American Horror Story”: essendo una serie antologica, ogni stagione ha una trama e dei personaggi completamente diversi, anche se il cast (Evan Peters, Sarah Paulson, Emma Roberts, etc) rimane per lo più sempre lo stesso. L’intera serie è caratterizzata da un’atmosfera più che horror, di tensione e di suspance che permette di classificarla come thriller. La settima stagione si chiamerà “Cult”: come ogni anno non si sa mai molto circa la trama ma dal trailer rilasciato da Fox possiamo intuire che la grande intuizione politica ne è alla base (l’elezione di Donald Trump traccia le fondamenta di questa stagione). Uscirà in America la sera del 5 settembre 2017.

MR. ROBOT – Attesissima anche la terza stagione di “Mr. Robot”, la fortunata serie tv di Sam Esmail, vincitrice anche di ben due Golden Globe. Il protagonista è Elliot Alderson (Rami Malek), un tecnico informatico che lavora all’interno della ditta Allsafe; schizofrenico e dipendente da morfina, Elliot vive pesantemente influenzato da continue allucinazioni e deliri paranoici. Viene un giorno avvicinato da Mr. Robot, una misteriosa figura anarchica che lo introduce in un gruppo di hacker-attivisti conosciuti come fsociety: il loro principale obiettivo sarà quello di “distruggere” la E Corp, azienda che ha causato un grave disastro ambientale dove molti hanno perso la vita. Dopo il finale in sospeso della seconda stagione, sono stati rilasciati diversi enigmatici trailer: ad ottobre 2017 i dubbi verranno colmati.

ATYPICAL – Per quanto riguarda le nuove uscite, una produzione Netflix è arrivata da qualche settimana sull’omonima piattaforma streaming. Ha solo una stagione di otto episodi, ancora in attesa di rinnovo. Protagonista è Sam Gardner (Keir Gilchrist), diciottenne affetto da autismo che decide, sotto consiglio della sua psicologa, di esplorare il mondo dell’amore e delle donne. Con “Atypical”, Netflix ci fa riflettere su come ragioni e interagisca con gli altri un ragazzo iper dotato e iper sensibile come Sam, e su come si muovano tutte le persone attorno a lui (specialmente la famiglia). A differenza di “Tredici”, cult del 2016, “Atypical” mette insieme momenti drammatici a momenti comici: questi ultimi conferiscono particolare “leggerezza” alla serie tv, che quindi è assolutamente godibile e mai pesante. È disponibile dall’11 agosto 2017 su Netflix.

OZARK – Parlando di nuove uscite, altro boom di ascolti per “Ozark”, serie tv americana prodotta ancora una volta da Netflix, disponibile dal 21 luglio 2017. Sulla scia di grandi pilastri come “Breaking Bad” e “Narcos”, Ozark si fa strada tanto da esser già stato rinnovato per una seconda stagione, neanche un mese dopo l’uscita della prima. Marty Byrde è un consulente finanziario che vive a Chicago con la famiglia; dietro questo banale impiego di copertura, nasconde un secondo lavoro molto particolare: ricicla denaro sporco per i cartelli della droga messicani. Quando le cose cominciano a mettersi male per il protagonista (interpretato da Jason Bateman), quest’ultimo convince la moglie e i figli a trasferirsi in un villaggio turistico nelle Ozark del Missouri, convincendo il boss messicano del fatto che proprio in questa località sia possibile riciclare facilmente grosse somme di denaro. Da non perdere.

Articoli simili

Advertisement

Leggi articolo precedente:
“August blues”: la tristezza estiva adesso ha un nome

La tristezza estiva che proviamo ad agosto ha un nome: si chiama "August blues" ed è simile alla sensazione di...

Chiudi