CATANIA – 20 cose da fare nella città etnea come turista

A Catania montagna e mare si osservano da lontano: da una parte è possibile ammirare l’Etna e, dall’altra, il Lungomare. Ma la città offre anche molte attrazioni: ecco 20 cose da fare e visitare in città da turisti. 

  1. Perdersi tra le bancarelle della fera o luni: nessuno che vada a Catania può evitare di passeggiare al mercato osservando le mercanzie così svariate e diverse. Entrare in quel mercato significa immergersi nel cuore di Catania, con il suo dialetto e la sua inflessione, quindi un must per chi visita la città.
  2. Passeggiata in via Etnea: tutti, turisti e studenti, vanno a passeggiare in una delle vie più lunghe di Catania e senza dubbio una fra le più importanti. Verrete certamente distratti da negozi e musicisti di strada, ma varrà la pena anche questo.
  3. Fermarsi a Villa Bellini: il giardino pubblico comunale si apre ad un certo punto, sulla sinistra, mentre salite da via Etnea. È bello respirare un po’ di aria pura in quest’oasi verde, passeggiare in gruppo o anche da soli per i vialetti alberati ed infine farsi le foto al gazebo.
  4. Il seltz limone e sale: ovunque, a Catania, vi sono chioschi che offrono bevande rinfrescanti ma una tipica bevanda catanese è il seltz limone e sale. Provatelo, non ve ne pentirete: è rinfrescante (anche se non sembra così all’inizio) e un ottimo digestivo.
  5. Prendere la metropolitana: recentemente, come molti sanno, la città etnea si è dotata di circa 9 km di linea che riescono a coprire agevolmente una parte dell’area catanese. Per un turista questa tappa può essere importante, non solo perché il treno aiuta a muoversi agevolmente nel reticolo di strade coprendo lunghe distanze, ma anche perché nelle pareti delle stazioni nuove vi sono moltissime indicazioni storiche di Catania.
  6. Andare ad Ognina e a San Giovanni Li Cuti: la piccola spiaggetta di San Giovanni Li Cuti è stata recentemente decorata con piante ornamentali e pulita. Offre un panorama spettacolare in cui l’occhio si perde facilmente. Si può raggiungere facilmente a piedi in dieci minuti circa dalla fermata Galatea della metropolitana (scendendo a piazza Galatea).
  7. Visitare il Monastero dei Benedettini: sede del dipartimento di scienze umanistiche, il monastero presenta ambienti rilassanti e molto istruttivi. Potrete passeggiare nel chiostro godendo del riparo dal sole che gli alberi offrono; potrete visitare l’immensa biblioteca, che conta un patrimonio librario non indifferente; durante le vacanze pasquali, quando il dipartimento chiude, potrete anche visitare le stanze dell’abate, aperte appunto per quest’occasione, fruendo dei percorsi di visita guidata.
  8. Mangiare un panino con la carne di cavallo in via Plebiscito: questa via attraversa per un lungo tratto la città etnea e offre svariate trattorie e paninerie che cucinano in modo eccezionale la carne di cavallo.
  9. Organizzare una gita sull’Etna: l’Etna è bella da vedere in inverno, tutta innevata e candida; ma anche in estate il vulcano offre parorami mozzafiato e spettacolari; dopo aver visitato Catania sarebbe bene organizzare un’uscita sull’Etna, dove intraprendere le lunghe salite verso i crateri o semplicemente mangiare in montagna.
  10. Visitare la cattedrale di sant’Agata: la cattedrale è il maggiore centro di culto catanese, dedicata alla patrona di Catania cui è dedicata una grandissima festa agli inizi di febbraio.
  11. Visitare il castello Ursino: fu costruito da Federico II di Svevia nel XIII secolo e offre oggi molte manifestazioni ed eventi culturali; si può concludere la visita mangiando nei vari locali intorno alla piazza.
  12. Passeggiare all’Orto Botanico: si tratta di un giardino botanico che offre numerose varietà di piante e la possibilità di rilassarsi e meditare in piccoli e romantici vialetti; è diretto dal dipartimento di biologia e l’ingresso è gratuito.
  13. Visitare il Palazzo Platamone – palazzo della cultura: si trova in via Vittorio Emanuele, vicino all’arcivescovado, e offre molte mostre e manifestazioni culturali a pagamento e non. Se siete interessati, fino a settembre vi si trova la mostra dei quadri del pittore olandese Escher.
  14. Andare al mercato della pescheria: l’ingresso si trova in via Dusmet o anche in una traversa di piazza Duomo; potrete perdervi tra gli odori caratteristici di un mercato ittico, dove potrete sicuramente trovare pesce fresco o semplicemente passeggiare in uno dei posti più caratteristici di Catania.
  15. Bere un frappè: nei chioschi dove potete rinfrescarvi con il seltz, potrete assaggiare anche gustosi frappè; sta a voi decidere fra i tanti gusti!
  16. Mangiare brioche con granita: per chi viene in Sicilia è un must prendere la granita al limone, ma ne esistono di moltissimi altri gusti tutti da scoprire, con i quali rinfrescarsi dopo una torrida giornata di caldo o darsi la giusta carica per affrontarla.
  17. Visitare l’Odeon romano: I resti dell’antico Odéon romano di Catania, risalente al III secolo d.C., sono visibili in pieno centro storico, nei pressi del Teatro. L’edificio, di struttura semicircolare, poteva contenere fino a 1500 spettatori e ospitava spettacoli di musica e di danza.
  18. Passeggiare in via Crociferi: questa è una tra le vie più suggestive di Catania; la strada, contornata da chiese, monasteri e poche abitazioni civili, è un esempio di unità dell’architettura barocca. Nel breve spazio di circa 200 metri sono presenti ben quattro chiese.
  19. Visitare villa Cerami: sorge alla fine della via dei Crociferi. Notevole è il portale di ingresso, adorno dello stemma litico della famiglia Rosso di Cerami, che dà sull’ampio cortile della villa, in cui si innesta lo scalone monumentale, arricchito da una fontana.
  20. Andare a vedere uno spettacolo al Teatro Bellini: il teatro, sito nell’omonima piazza, offre ogni anno delle suggestive rappresentazioni che vale la pena vedere. Dopo lo spettacolo, consigliamo di mangiare qualcosa in quella zona ricca di ristoranti e paninerie e di passeggiare nella piazza.
  21. Giro turistico nella bellissima Siracusa, nell’area protetta del Plemmirio visita Cala Zaffiro

Ecco, la lista è conclusa. Ma in realtà si potrebbero fare mille altre cose nella città etnea: sta a voi, alla fine, scoprire che cosa vi interessa di più, una volta spuntati tutti i suggerimenti presenti in questo articolo. Perciò rimboccatevi le maniche e… buon viaggio!

Advertisement

Leggi articolo precedente:
“Sì! Stiamo insieme”: lo show de I Soldi Spicci fa tappa nel catanese

Stanno per arrivare le nuove tappe del tour de "I Soldi Spicci", i comici palermitani il cui talento esplosivo è...

Chiudi