CATANIA – A San Gregorio arriva la RAI: riprese alla grotta “Micio Conti”

La caverna catanese sarà protagonista di una puntata del programma di informazione scientifica “Passi di Scienza” in cui si parlerà del vulcano Etna.

La grotta “Micio Conti” sarà la protagonista di una puntata del programma di informazione scientifica “Passi di Scienza” che andrà in onda su Rai 3 e Rai Scuola. La messa in onda della trasmissione è prevista tra ottobre e novembre 2017.

Una caverna nasce dallo svuotamento del tunnel lavico che può avvenire durante o al termine di una eruzione di durata superiore ad un mese. Il “Complesso Immacolatelle e Micio Conti” in particolare è costituito da un sistema di otto cavità laviche avente una lunghezza complessiva di circa un chilometro e mezzo, situato all’interno di un campo lavico a morfologia hawaiiana. Alle grotte si accede attraverso ingressi creatisi per il crollo delle volte.

E proprio attraverso questi ingressi la troupe del programma, diretta dal regista Alberto Polimanti e dal conduttore Davide Coero Borga, è potuta entrare e riprendere l’incantevole grotta catanese. Ad illustrare le peculiarità della caverna e gli aspetti geologici in comune con il vulcano Etna, è stato poi Salvatore Costanzo, direttore della Riserva naturale integrale “Complesso Immacolatelle e Micio”.

All’interno delle cavità sono presenti interessanti fenomeni morfologici: particolari striature sulle pareti lasciate dal passaggio della lava, piccole stalattiti di rifusione sulla volta, caratteristici rotoli di lava alla base delle pareti generate dal parziale raffreddamento del tunnel lavico. Tutti aspetti  per cui la grotta Micio Conti è legata al vulcano attivo più grande d’Europa e per i quali le telecamere RAI sono arrivate fino a San Gregorio di Catania.

 

 

 

Articoli simili


Articoli scritti dalla Redazione.

Advertisement

Leggi articolo precedente:
Cavagrande: l’oasi è chiusa al pubblico, ma i visitatori continuano ad entrare

Il sentiero principale di accesso alla riserva, ovvero Scala Cruci, è interdetto al pubblico da luglio 2014, ma ai tanti...

Chiudi