Chiuso il noto sito e-commerce Stockisti: evasione fiscale da 50 milioni euro

Prodotti di tecnologia originali, garanzia regolare, servizio efficiente e…prezzi bassissimi! Chi di voi, smanettoni e non, era all’oscuro dell’esistenza del sito e-commerce degli Stockisti? Probabilmente davvero in pochi dati i prezzi concorrenziali con almeno il 20% di sconto rispetto ai noti canali fisici di vendita; è notizia di oggi che il sito è stato oscurato dalla Polizia Postale in seguito a delle indagini nei confronti della società che gestiva la vendita di smartphone ed elettronica.

È bene parlarne al passato perché il buco creato dalla società è di notevole portata: 50, infatti, sono i milioni di euro che la società avrebbe evaso allo stato italiano, secondo le indagini della Polizia di Stato e dall’Ufficio Dogane di Roma. Il sistema creato permetteva infatti agli “Stockisti” di abbassare notevolmente il prezzo di vendita rispetto alla concorrenza, facendo ad esempio leva sul mancato versamento dell’Iva e riuscendo a tagliare il prezzo finale del prodotto in maniera consistente.

Che fossero iPhone, altri prodotti Apple, Samsung o potenze internazionali del mercato hi-tech poco importava, in quanto il sito riusciva ad ingannare il fisco italiano attraverso una società ponte maltese che di anno in anno nominava una nuova concessionaria italiana esclusivista. Le indagini avviate per presunta truffa allo stato italiano, hanno portato al fermo di 10 persone per un giro di affari di 250 milioni l’anno e 50 milioni di evasioni stimati.

 

Articoli simili


Articoli scritti dalla Redazione.

Advertisement

Leggi articolo precedente:
UNICT – “Viaggio nello spazio”: Parmitano e Battiston alla Scuola Superiore

"Viaggio nello spazio" è il titolo dell'incontro che vedrà ospiti Luca Parmitano e Roberto Battiston alla Scuola Superiore dell'Università di...

Chiudi