VIAGGI – Estate 2017: 10 posti da vedere assolutamente in Sicilia

“La Sicilia è un dono di Dio, ci sono posti che non ti immagini, alla fine di una strada ti imbatti in un anfiteatro fatto di pietra lavica, e se sali sull’Etna e vedi il mare, beh, allora capisci perché chi conosce la Sicilia ne sia innamorato”. La citazione appartiene a Carmen Consoli, siciliana doc, ed è il perfetto incipit per questa lista che racchiude i 10 luoghi da visitare assolutamente nell’estate che ci apprestiamo a vivere.

Taormina – “La perla dello Ionio”, non servirebbe aggiungere altro. Una cittadina meta di migliaia di turisti durante la stagione estiva sia per il patrimonio artistico (vedi il Teatro Antico) che per la meravigliosa spiaggia di Isola Bella.

La Scala dei Turchi – ci troviamo in provincia d’Agrigento, a Realmonte per l’esattezza (a due passi dalla Valle dei Templi). Una parete rocciosa diventata nel tempo un’attrazione turistica sia per la singolarità della scogliera, di colore bianco e dalle peculiari forme, sia a seguito della popolarità acquisita dai romanzi con protagonista il commissario Montalbano.

L’Etna – “A muntagna”, ovvero il vulcano attivo più alto d’Europa con i suoi 3350 metri di altezza. Per gli amanti del trekking una meta obbligata.

La riserva dello Zingaro – L’area naturale dello Zingaro è uno dei pochissimi tratti di costa della Sicilia non contaminata dalla presenza di una strada litoranea. La riserva si estende nella parte occidentale del Golfo di Castellammare, nella penisola di San Vito Lo Capo.

Favignana – La principale isola delle Egadi che si trova a circa 7 km dalla costa occidentale della Sicilia, tra Trapani e Marsala. Il nome deriva dal latino favonius termine con il quale i romani indicavano il vento caldo ricadente proveniente da ovest.

Tindari – Situata su un promontorio dei monti Nebrodi che si sporge (da un’altezza di 268 metri) a picco sul mar Tirreno e sulla Riserva naturale orientata dei laghetti di Marinello, è una delle mete più gettonate in estate anche grazie ai diversi eventi che propone (a tal proposito leggi anche Torna l’Indiegeno Fest: tra gli artisti Carmen Consoli e Brunori Sas).

Mondello – La spiaggia per eccellenza dei palermitani. Frazione del capoluogo siciliano essa è racchiusa tra il Monte Pellegrino ed il Monte Gallo ed è una delle destinazioni più gettonate per la stagione estiva.

Marsala – Situata sul Capo Boeo della Trinacria, è famosa per lo sbarco di Garibaldi e dei Mille dell’11 maggio 1860 e per la produzione dell’omonimo vino per cui, dal 1987, è Città del Vino. Sorge sulle rovine delle antiche città puniche di Lilibeo – dal cui nome deriva l’appellativo di lilibetani (oltre a quello di marsalesi) per i suoi abitanti.

Calamosche – La spiaggia si trova tra i resti archeologici di Eloro e l’oasi faunistica di Vendicari. Luogo che lascia letteralmente a bocca aperta per la varietà della vegetazione e per la presenza di un panorama altrettanto vario: la piccola spiaggia si trova infatti tra due promontori rocciosi che, oltre a far sì che il mare sia quasi sempre calmo, offrono al visitatore una bellezza inaspettata. Un’altra caratteristica della spiaggia è la presenza di numerosi anfratti, cavità e grotticelle nei due promontori.

San Lorenzo – Un litorale che presenta una parte rocciosa nella zona confinate alla Riserva di Vendicari, caratterizzata da un mare blu e fondale profondo. Dirigendosi verso sud presenta invece una sabbia chiarissima e fine, con il fondale che diventa basso e digradante dolcemente verso il largo, dal colore turchese limpido.

Guarda il vide: “La Sicilia che commuove e stupisce”.

Articoli simili


Articoli scritti dalla Redazione.

Advertisement

Leggi articolo precedente:
MATURITÀ – Terza prova ti spaventa? Alcuni consigli per ripassare al meglio

Ciò che gli studenti temono maggiormente è la famosissima terza prova: quest'anno i maturandi si troveranno ad affrontarla il 26...

Chiudi