UNICT – La comunicazione “Natura Live con Violino e Selfie” per diffondere la cultura sui Social Media

Gattini, macchiette improvvisate e meme a cui sorridere a denti stretti hanno un’incredibile capacità di trasformarsi in contenuti virali. Diversamente, ci sono prodotti culturali di altissimo livello che sembrano inceppare tra i meccanismi dei social web. Ed è un peccato. Lo avranno pensato tanti appassionati di musica, architettura ed anche esperti nel settore della comunicazione. Una risposta potrebbe arrivare proprio da Catania a partire dalla collaborazione tra un primo violino e un esperto di social media.  

Una conversazione sulla divulgazione della cultura attraverso i social media sarà il tema al centro del pomeriggio del 16 maggio. Infatti, presso l’Aula magna del Monastero dei Benedettini, alle 17:00  si incontreranno un esperto dei social media e un primo violino. Il prof. Davide Bennato ed il primo violino David Romano metteranno ciascuno in campo gli attrezzi del proprio mestiere descrivendo all’uditorio le modalità attraverso cui è possibile parlare efficacemente di arte via Facebook, Twitter, Instagram e gli altri social media.

La conversazione “Natura Live con Violino e Selfie – la comunicazione social di Villa Pennisi in Musica”, nasce dall’esigenza di raccontare come sia possibile ampliare il pubblico che apprezza forme d’arte quali l’architettura e la musica, attraverso la pubblicazione di contenuti nelle piattaforme digitali. Le strategie messe a punto non sono frutto di un’elaborazione puramente teorica. Tutt’altro. I mezzi attraverso cui diffondere la cultura con i social media sono già stati testati. Cavia volontaria e ancora viva e vegeta (il che fa sperare che le strategie adottate funzionino) è la Summer School “Villa Pennisi in Musica”, esperienza che sarà analizzata durante l’incontro, per far comprendere a pieno agli ascoltatori quali sono i meccanismi che sottendono la trasmissione culturale realizzata attraverso i social media. Un evento, quello di Villa Pennisi in Musica, che viene preso ad esempio perché il suo successo di partecipazione a livello locale ed internazionale è la dimostrazione di quanto bene  possano fare i social media  alla divulgazione della cultura.

Come emergerà nell’incontro del 16 maggio, un saggio uso dei social media si può rivelare essere la chiave di volta per il successo della comunicazione culturale. Gli studenti appassionati di social media e cultura avranno già l’acquolina in bocca. Del resto, formare degli esperti comunicatori che sappiano diffondere le bellezze della musica, dell’arte e di ogni espressione artistica, è una necessità urgente. Una delle parti fondamentali delle attività che su cui bisogna presto puntare per migliorare la gestione del patrimonio artistico- culturale in Sicilia. Non solo. Gli esperti in comunicazione culturale diventano sempre più delle figure indispensabili, specialmente se si vuole realizzare fattivamente un progetto unitario di salvaguardia della cultura e formare un pubblico che sia sempre più capace di apprezzare e trarre beneficio dalla cultura.

 

 

Articoli simili

Advertisement

script async src="//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js">
Leggi articolo precedente:
UNICT – Successo per il Festival CineMigrare, gli organizzatori: “Soddisfatti e pronti per la prossima tappa”

Un Festival nuovo, una prima edizione che ha passato a pieni voti il giudizio del pubblico. CineMigrare, la rassegna Internazionale...

Chiudi