Prova costume: come mettersi in forma e in salute per l’estate

È aprile e comincia ad insinuarsi nella mente di ognuno un unico pensiero: come ci si deve preparare alla prova costume?  Ebbene sì, è proprio il caso di iniziare a farlo già da ora per essere pronti a giugno. Ma spesso le diete che seguiamo per metterci in forma sono controproducenti, in quanto non risolvono il nostro problema ma ci lasciano più affamati di prima e pronti a distruggere quanto siamo riusciti a costruire lentamente. Ecco dunque alcuni consigli su come mettersi realmente in forma ed in salute in questo periodo dell’anno.

Capita spessoarrivati a questo periodo dell’anno, che molte persone inizino a perdere perso rapidamente, abolendo frutta e grassi di ogni tipo e mangiando molto poco. Questi metodi ovviamente funzionano, (perché si perde peso) ma non permettono al nostro organismo di assimilare bene le sostanze nutritive e quindi rendono il corpo molto debole e facilmente soggetto alle malattie; inoltre essendo privati di tutto il piacere del cibo, alla più banale occasione come un compleanno o una festicciola in famiglia difficilmente riusciremmo a controllarci e riprenderemmo tutto il peso che abbiamo perso.

L’ideale invece è mangiare poco di tutto quanto, facendo esattamente circa 5-6 pasti al giorno. Certo, può sembrare una contraddizione, ma in questo modo, mangiando ogni tre ore circa abituiamo il nostro organismo a smaltire il cibo accelerando il metabolismo basale. Vi accorgerete in questo modo che si può perdere peso al naturale. Quindi, dopo una ricca ma sana colazione si dovrà fare uno spuntino proteico (salumi, carni bianche, uova) a metà mattina; a pranzo se si mangia la pasta si dovrà evitare il pane e viceversa, ma non bisogna privarsi di un abbondante secondo a base di carni bianche; la frutta va mangiata lontano dai pasti, in quanto il fruttosio dopo il pasto rallenta la digestione appesantendo l’organismo; a metà pomeriggio invece si potrà mangiare abbondanti porzioni di frutta di stagione, anche frutta secca (ma poca!); infine la sera si potrà abbondare soltanto di frutta e verdura. Il principio relativo ai carboidrati vuole che dopo le 18.00 non si debbano più mangiare pane, pasta, e così via perché la sera il nostro corpo rallenta il suo metabolismo. E i dolci? Assolutamente da evitare di settimana, nel fine settimana invece si possono mangiare con relativa abbondanza: per evitare di stressarci troppo privandoci del cibo che ci piace, dobbiamo scegliere due giorni (preferibilmente il sabato e la domenica) per concederci tutti i piaceri culinari che abbiamo tralasciato di settimana. Il sesto pasto invece, qualora lo si voglia fare, è il classico spuntino di mezzanotte prima di andarsi a coricare: deve consistere in un pasto molto leggero, una camomilla coi biscotti o un piccolo frutto. Procedendo in questo modo non si patirà la fame né ci si priverà del piacere del cibo, in quanto nel fine settimana ci si potrà concedere tutto ciò che si vuole.

A livello alimentare bisognerà iniziare a seguire, specialmente in questo periodo di preparazione all’estate, la dieta mediterranea: è stato provato che le abitudini alimentari del Mediterraneo allungano la vita rendendola salutare. Dieta mediterranea significa: molto pesce, olio extravergine d’oliva, frutta fresca di stagione, legumi e così via.

Avendo parlato di una buona dieta alimentare, è il caso di passare adesso all’attività fisica: in questo periodo è ottimale iniziare attività aerobiche all’aperto come la semplice corsa o anche il ciclismo. Per quanto riguarda la corsa, essa deve essere blanda e non superare i 45 minuti circa, dopo i quali il corpo inizia ad affaticarsi; sarebbe bene correre la mattina appena svegli e prima di colazione, in quanto è risaputo che la mattina il metabolismo è più accelerato e quindi i grassi si bruciano più facilmente permettendo un dimagrimento più omogeneo. Per tutti coloro che frequentano la palestra è bene ricordare che le attività di pesistica devono essere adeguatamente accompagnate da attività di cardio fitness; si ricordi che esistono tabelle da poter guardare relativamente a queste attività o su internet o in palestra stesso: Ad esempio per un ragazzo tra i 20 e i 30 anni per bruciare i grassi (attività di fat burning) bisogna raggiungere i 130 battiti al minuto circa e mantenersi su questi valori, mentre per potenziarsi ed allenarsi (attività cardio) bisogna assestarsi su 150-160 battiti al minuto circa.

Bene, non ci sono più consigli da dare perché se si segue questo semplice e sintetico schemino fin da adesso vedrete che arriverete perfettamente alla prova costume. Ma sarebbe auspicabile seguire queste abitudini sempre e non solo in modo finalizzato al dimagrimento per l’estate: in questo modo allungherete davvero la vostra vita, allontanerete i rischi legati al morbo di Alzheimer e alla demenza senile, e vi ritroverete in forma anche da anziani.

 

 

Articoli simili

Advertisement

script async src="//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js">
Leggi articolo precedente:
Un asterisco al posto della desinenza maschile? La prof.ssa Arcara: “Include tutte le soggettività”

Usare l'asterisco al posto del maschile neutro universale, un fenomeno linguistico e culturale importante per smantellare l'uso sessista del linguaggio. Tantissime...

Chiudi