UNICT – Giovane medico vince premio di laurea per tesi sul mieloma multiplo

Con una tesi sul mieloma multiplo, intitolata “Ruolo delle cellule mieloidi e linfocitarie nella prognosi del mieloma multiplo”, Valerio Leotta, medico dell’Istituto di Ematologia del Ferrarotto, si è aggiudicato il premio “Santella Massimino”. La consegna è avvenuta per mano del rettore dell’Università di Catania Francesco Basile.

Ogni anno la  Fon.Ca.Ne.Sa.(Fondazione Catanese per lo studio e la cura delle malattie neoplastiche del Sangue) consegna un premio a giovani neo-laureati presso l’Università di Catania in Medicina e Chirurgia, che abbiano svolto la tesi sugli aspetti etiopatogenetici, clinici o terapeutici delle malattie neoplastiche del sangue e conseguito la laurea con 110 e lode.  Dovrà essere la Commissione a di laurea a proporre la partecipazione al premio.

Quest’anno, Valerio Romeo è stato premiato prima del Gran Galà annuale di beneficienza della Fondazione- organizzato per sostenere le Case di accoglienza e la ricerca in ambito oncoematologico e non solo-ottenendo una borsa di studio, per poter approfondire la sua ricerca in un ambito tanto importante, quanto ancora in larga parte da scoprire. Il premio è stato conferito  in presenza del sindaco Enzo Bianco, del presidente dell’Ordine dei medici Massimo Buscema e della commissione giudicatrice. 

Oltre a Valerio Leotta, sono stati segnalati anche Anna Bulla, per la tesi “Il valore prognostico della Pet e del rapporto Alc/Anc nel linfoma di Hodgkin avanzato” e Mary Ann di Giorgio per “The role of biological markers in patients with hodgkin lymphoma treated with brentuzumab”.

Articoli simili

Advertisement

script async src="//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js">
Leggi articolo precedente:
UNICT – A Ingegneria il drone contro il terrorismo: ecco come funziona

Nonostante il podio sia sfumato di pochissimo, il team dell'ateneo catanese classificatosi quarto al mondiale di robotica ha realizzato un...

Chiudi