Premiata come studentessa modello a Montecitorio ma non la fanno entrare perché extracomunitaria

Si chiama Ihlam Mounssif, ha 22 anni e vive in Italia da quando ne aveva due, ma possiede passaporto marocchino. Ecco l’identikit della studentessa modello che ha avuto l’onore di ricevere il premio come eccellenza neolaureata nel palazzo di Montecitorio, e che rappresenterà l’Italia alle simulazioni dell’Assemblea delle Nazioni unite del Rome Mun 2017. La brillante 22enne si è laureata in Scienze Politiche, nel corso di laurea in Relazioni internazionali, con 110 e lode presso l’Università di Sassari.

Fin qui una bella storia, se non fosse che…l’hanno lasciata fuori proprio da Montecitorio! Motivazione? “Hai il passaporto da extracomunitaria e la regola dice che non puoi entrare“. Una bella beffa insomma per la giovane marocchina, recatasi a Roma proprio per ricevere il premio, insieme ad altri colleghi, per essersi distinta come brillante nelle discipline di interesse dell’ente. Lo stop è arrivato proprio davanti l’ingresso di piazza del Parlamento dove, dietro presentazione di un valido documento e la corretta compilazione del modulo, è possibile accedere alle sedute della Camera dei Deputati.

Il misunderstanding è arrivato da una delle commesse del palazzo che, rispettando la regola, ha lasciato alla porta la neo dottoressa: “Una delle tante ingiustizie e assurdità del nostro Paese, che non ci riconosce come cittadini, e questa è la prova che la legge va approvata nel più breve tempo possibile”, ha commentato Ihlam.

La risposta da parte della presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini non si è fatta attendere e, dopo esser venuta a conoscenza dell’assurdità della vicenda, ha invitato la ragazza all’interno del palazzo, in occasione di ‘Montecitorio a porte aperte‘: “Ci tenevo molto perché veramente è un onore che lei voglia venire nella nostra aula, vederla dal di dentro, mi sembrava un torto insopportabile“.

Articoli simili


Articoli scritti dalla Redazione.

Advertisement

script async src="//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js">
Leggi articolo precedente:
La presenza di donne in commissione penalizza candidate nei concorsi: uno studio spiega perché

Eva contro Eva è la formula che spiega  come la rivalità tra donne è antica quanto il mondo e ora...

Chiudi