Nuova opportunità per la Sicilia: al via commercio degli agrumi siciliani in Cina

Si aprono nuove possibilità per la Sicilia grande produttrice nazionale ed esportatrice mondiale di agrumi: da oggi sarà possibile esportare i nostri prodotti anche in Cina.

La Sicilia, per i colori del giallo e dell’arancione che la caratterizzano da sempre, per il sole e il clima caldo che la rendono favorevole all’agricoltura, è per eccellenza la terra degli agrumi. La Sicilia è, infatti, la principale regione produttrice di agrumi in Italia con una quota del 54% sulla produzione nazionale. Difronte ad un peggioramento dell’export nazionale degli agrumi e una progressiva dismissione del suolo investito in tale cultura, la Sicilia continua ad essere tra le regioni italiane che investono nel settore con 85.455 ettari adibiti alle colture degli agrumi.

Pertanto, nonostante un quadro scoraggiante della bilancia commerciale, dove l’importazione degli agrumi ha superato l’esportazione, a causa della concorrenza e dell’estrema competitività nel commercio internazionale di altri Paesi in particolare la Spagna(che si piazza come il nostro principale fornitore di agrumi con la quota del 60%), la Sicilia continua ad investire più che mai nel settore d’eccellenza degli agrumi. Più che mai adesso che è arrivata la comunicazione ufficiale dal ministero per le Politiche Agricole che permetterà alle nostre imprese di accedere al mercato cinese. Superati i controlli fitosanitari e in parte la diffidenza della Cina, da oggi si aprono per i produttori siciliani le porte di uno dei mercati più grandi del mondo.

Un traguardo importante per la Sicilia e più in genere anche per il settore agrumicolo nazionale. Adesso sta ai nostri produttori e alle aziende riuscire a raggiungere un livello di competitività tale da stabilire dei flussi commerciali costanti col gigante cinese che permettano non solo di valorizzare all’estero il prodotto siciliano ma, perché no, anche di invertire il trend negativo delle esportazioni nazionali, ormai da anni in calo, e fare della Sicilia la guida del settore agrumicolo nel commercio nazionale e ricoprire un ruolo importante anche nel commercio internazionale.

Articoli simili

Advertisement

Leggi articolo precedente:
UNIVERSITÀ – “Se continui a bocciarmi…”: studente di Giurisprudenza minaccia un prof e viene sospeso

Ha minacciato il proprio professore universitario ed è stato sospeso. Si tratta di uno studente iscritto in Giurisprudenza all'Università di...

Chiudi