CATANIA – Tutti pazzi per la metro, studenti: “Ottimo servizio ma c’è qualcosa da migliorare…”

La recente apertura della fermata Stesicoro nel cuore della città ha permesso un aumento notevole del numero degli utenti che, in due mesi, si è quasi raddoppiato. Nei prossimi mesi sono previste aperture di nuove tratte. Complessivamente, il servizio lascia soddisfatti la maggior parte utenti, ma i miglioramenti da apportare sarebbero ancora moltissimi. A tal scopo abbiamo dato la voce ad alcuni studenti universitari, i quali potrebbero diventare, con l’apertura di nuove tratte, i destinatari principali del servizio.

Egle G., studente fuori sede di Ingegneria Edile e Architettura riscontra, infatti, che il problema principale è la mancanza di tratte con fermate utili per gli studenti universitari: “Non lo uso molto, al momento, perché con l’autobus riesco a raggiungere più facilmente la facoltà. Ma se dovessero aprire una fermata vicino alla Cittadella, la prenderei sicuramente. Per il resto, è abbastanza efficiente: i treni passano spesso e il costo del biglietto non è alto. Un punto a favore è il collegamento con la FCE, una cosa che la rende competitiva per chi arriva da fuori. Si dovrebbe potenziare la linea, però. Un altro punto a sfavore, inoltre, è che, al contrario del BRT, non ha i parcheggi scambiatori. La metro non serve i dintorni di Catania, quindi chi viene dai paesi etnei dovrebbe avere la possibilità di poter parcheggiare e poi prendere la metro per arrivare in centro. Fin quando non potenzi anche questo, il servizio non è abbastanza competitivo”.

Giorgio, studente di Medicina, ci dice“Ottimo servizio, utile, costa poco, però potrebbe esserci un ulteriore treno la sera. Inoltre, sarebbe utile un accordo un po’ più semplice tra metro e autobus e soprattutto un abbonamento unico.”

Anche secondo Paola, studente di Giurisprudenza e residente nel centro storico, si tratta di “un ottimo servizio che, però, va sfruttato al massimo estendendo, ad esempio,  gli orari di apertura”. Lo stesso ci dice uno studente di Ingegneria: “Si tratta sicuramente di un buon servizio che ha tanti aspetti positivi, tra cui puntualità e frequenza. Chiaramente ci sono dei miglioramenti che si potrebbero fare come, per esempio, per quanto riguarda i giorni di apertura, estendendo il servizio anche alla domenica e ai giorni festivi e gli orari, soprattutto la sera”.

Concorda anche un altro studente di Ingegneria:Penso che il servizio della metropolitana sia utile e necessario, tanto per i cittadini quanto per gli studenti. L’unica nota negativa è, a mio avviso, l’aspetto della manutenzione e della sicurezza. Ricordo, infatti, che alla prima alluvione si allagò tutto. È ovvio che ci siano infiltrazioni d’acqua, ma a mio parere avrebbero dovuto trovare delle vie alternative per far defluire l’acqua“.

Pregi e difetti sembrano mettere d’accordo la maggior parte dei fruitori del servizio che, complessivamente, sembrano soddisfatti. Con l’apertura delle nuove tratte, già a partire da questa estate, probabilmente, il servizio sarà potenziato e diventerà più competitivo, servendo più zone e rivelandosi utile per cittadini e studenti.

a cura di Antonietta Bivona e Valeria Di Paola

Articoli simili


Articoli scritti dalla Redazione.

Advertisement

Banner_UniAthena 300x250_gif
script async src="//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js">
Leggi articolo precedente:
UNICT – Studenti egiziani a Catania tentano di parlare in italiano [VIDEO]

Un'importante occasione di scambio culturale tra l'Italia e l'Egitto è stata rappresentata dal master internazionale in “Conversation of Antique Photographs and...

Chiudi