Trucchi da svelare: le tinte labbra, cosa sono?

super stay 10 gloss mauve dream

Un articolo sulle tinte labbra ancora non l’avevo scritto e adesso vi spiego cosa sono e quali utilizzo di più. Innanzitutto, le tinte labbra sono solitamente prodotti simil gellosi/cremosi che si applicano sulle labbra asciutte affinché possa evaporare la parte alcolica e  i pigmenti possano attaccarsi alle labbra stesse. La cosa più importante è che le labbra siano completamente asciutte e pulite senza che ci sia sopra alcun prodotto come burrocacao o primer, in tal caso la tinta non attaccherebbe. Le tinte sono a base alcolica ed è per questo che avviene la “magia”: quando si applicano sono generalmente acquose ma, se lasciamo asciugare per circa un minuto, la parte liquida evapora a contatto con il nostro calore e rimane solo la parte pigmentata che effettivamente resiste e colora.

Le prime tinte erano più seccanti e si incorreva spesso in screpolature antiestetiche delle labbra oppure di sensazione di pelle che tira, adesso le nuove tinte non sono così. La tecnologia cosmetica è avanzata e nuove formule sono sul mercato. Sono adatte per chi ama mettere un rossetto ma non ne sopporta la consistenza e la sua “presenza” sulle labbra, oppure per chi consuma il rossetto mordendosi le labbra, per chi parla troppo e ha il problema di vuoto di colore in mezzo alle labbra, per chi vuole uscire serenamente senza pensare a ripassare il rossetto in giro, per chi vuole un effetto matte duraturo. Un avvertimento: quando le applicate, fate attenzione al contorno labbra perché una volta messa la tinta e asciutta questa non andrà via se non struccandola e può essere un macello. Quindi dedicate più tempo possibile.

shine lust lip tint kikoVi elenco quelle che ho io. Alcuni ve li ho già accennati come le Shine Lust lip tint di Kiko nei colori 33331 e 33201, il primo un rosa antico e il secondo un color lampone intenso. Si presentano sotto forma di gloss e rimangono lucidi anche dopo che si fissano. Durano 3 ore intatte ma poi il lucido svanisce e rimane solo il colore. Attenzione perché queste lasciano tracce soprattutto all’inizio.

 

 

lip marker 106Un’altra tinta che uso spesso è la Long Lasting Colour lip marker n°106 di Kiko color prugna e si presenta sotto forma di pennarello la cui punta in feltro è imbevuta di prodotto. La stesura è facile e non sbava, facilitando così il momento in cui ci si contorna le labbra senza il timore che la tinta si infili nelle pieghette. Dura tanto, non secca particolarmente ma non è water resistent cioè se bevete, starnutite, mettete un filo di burrocacao il colore va via. Al contrario, il colore dura molte ore intatto. Io la uso anche come base scurente per altri rossetti.

            Infine, un’altra tinta è la Lipstain 16h di NYC nel colore Smooch Proof 494 un bel colore azalea. NYC lipstainE’ un colore molto fresco e acceso, tipicamente primaverile o estivo, anche questo in forma di pennarello, ha la punta in feltro appuntita e facilita di più la stesura. Il prodotto pertanto è più acquoso e bisogna stare attenti a che non sbavi. Questo è leggermente meno resistente del Kiko e non è water resistent. Inoltre è modulabile, cioè più lo si passa più è intenso il colore. Secca leggermente di più le labbra. Per via del suo colore acceso, io la utilizzo anche per smorzare qualche rossetto troppo freddo o spento.

In commercio ormai ci sono tantissime tinte e tanti colori tutti diversi, se avete quelle esigenze che vi ho elencato prima fareste bene a provare una tinta. Al prossimo articolo!


Nasce a Modica e studia per tutta l'adolescenza lingue straniere. Arrivata all'università cambia rotta e decide di frequentare un corso in Scienze Educative dell'Infanzia e di Scienze Pedagogiche e Progettazione Educativa in cui si laureerà. Grande appassionata di letture classiche e straniere, che spaziano dai temi romantici tedeschi ai contemporanei manga giapponesi, lascia anche spazio a film fantasy, make up e viaggi. Collabora con Liveunict in veste di proofreader e pubblica ricette veloci per le rubriche Studenti&Fornelli e Trucchi da Svelare.

Advertisement

Leggi articolo precedente:
MEDICINA A ENNA – Il rettore di Dunarea de Jos chiede perché è illegale la nuova università

Una lettera aperta al ministro Giannini. A scriverla è stato il rettore dell'università Dunarea de Jos, Iulian Gabriel Birsan, e l'ha...

Chiudi