LAVORO – Tirocini retribuiti: pronto il bando regionale per il Piano Giovani da 2.200 posti

Questo bando lo prevede una delibera della giunta. Le procedure, bloccate dall’agosto 2014, sono rivolte agli under 35 in cerca di occupazione.

2016-01-04 11.49.34

Anno nuovo, notizia buona. Pare infatti che il bando per i tirocini retribuiti bloccato dall’agosto del 2014, nei primi mesi dell’anno dovrebbe ripartire. Le risorse sono già a disposizione: 22 milioni e 250 mila euro pronti a finanziare circa 2.200 tirocini. Di annunci simili nell’ultimo anno ne sono arrivati parecchi, ma questa volta la notizia è stata messa nero su bianco in una delibera approvata in giunta prima della fine dell’anno.

Ad attendere il nuovo via alle attività ci sono 1.600 giovani con meno di 35 anni che avevano già superato le prime selezioni ed erano pronti a iniziare un tirocinio da 500 euro al mese in azienda.

Altri 600 posti circa saranno messi a disposizione con una nuova selezione.

Gli spazi potrebbero però comunque aumentare: gli uffici effettueranno infatti una verifica su tutti i posti già assegnati e se ad esempio questi avranno già partecipato ad altre misure analoghe o rinunceranno, saranno rimessi in gioco.

Riparte la macchina del Piano giovani, progetto da cento milioni di euro per favorire l’occupazione degli under 35 attraverso tutta una serie di misure e incentivi. L’iniziativa più attesa fu quella del bando per i tirocini in azienda retribuiti 500 euro al mese per sei mesi, con possibilità finale di essere assunti tramite un bonus erogato all’impresa.

Per  partecipare bisognava registrarsi in un portale Internet, inserire il proprio curriculum e mettersi in contatto con una delle migliaia di aziende che a sua volta si erano registrati sul sito.

L’incrocio avveniva a partire da una determinata ora e alla fine a essere premiati erano i più veloci.

Era il cosiddetto clic-day.  La procedura andò a buon fine una prima volta nel luglio 2014 quando vennero selezionati in 800.La seconda selezione per assegnare altri 800 contratti però finì nel caos.

In tutto si erano registrati oltre 20mila ragazzi e 10mila imprese.

Era il 5 agosto scorso ed il sito andò in tilt perché non era pronto ad accogliere l’enorme numero di contatti che si erano registrati. Seguirono  polemiche, inchieste sugli appalti e sulla gestione dei servizi e scontri politici, tanto che il governo regionale sembrò vacillare. Tutto ciò bloccò il progetto e 600 giovani pronti a firmare un contratto rimasero senza risposta. Nel frattempo in Sicilia è partita l’iniziativa Garanzia Giovani che ha finanziato decine di migliaia di tirocini ma resta comunque rivolta  a una platea diversa; dai tirocini sono esclusi ad esempio gli studenti.

Il Piano Giovani invece è stato depotenziato perché le somme per gli altri bandi sono state revocate da Roma per via di una norma molto contestata dal Governo Regionale.

A disposizione rimasero solo 19 milioni che l’ex Assessore Mariella Lo Bello, lo scorso Maggio, concentrò nel bando dei tirocini potenziandolo addirittura con altri 3 milioni, una mossa che alimentò la speranza di quanti attendevano un rilancio dell’iniziativa.

Invece sul bando calò di nuovo il silenzio.

Qualche giorno fa, però, la Giunta ha approvato una delibera che secondo il dirigente Silvia dimostra che per la Regione il bando per i tirocini del piano giovani resta una misura prioritaria. “Abbiamo pure risolto le questioni con la società ETT che ci ha consegnato tutti i  dati relativi a migliaia di giovani ed imprese iscritte”.

Che ora stanno ad aspettare.

Per ulteriori informazioni, basta visitare il sito

Articoli simili

Advertisement

Leggi articolo precedente:
Nuova stangata per i fuori sede? Da luglio in bolletta il canone Rai

Da quest'anno cambiano le modalità di pagamento del "Canone Rai", una delle imposte più evase di tutta la storia repubblicana....

Chiudi