Cutgana, a maggio l’app per i tour virtuali delle aree protette di Acitrezza, Siracusa e Melilli

acitrezzaAnche le aree naturali protette del Cutgana, centro di ricerca dell’Università di Catania, saranno visitabili tramite tour virtuali via web in modalità street view con informazioni multimediali come audio-video, foto, descrizioni dettagliate e link a siti online.

Un sistema informativo che sta prendendo forma grazie al progetto “Fruizione sostenibile di Circuiti EcoTuristici” (Cet), finanziato dalla Regione Siciliana (assessorato regionale delle Attività produttive), che sarà presentato a maggio dai rappresentanti del partenariato composto da Xenia Gestione Documentale srl (capofila), Giuseppe Maimone Editore, IMC Service srl e dall’Università di Catania tramite il Cutgana.

Il progetto (coordinato dal prof. Giovanni Signorello, ordinario di Valutazione economica dei beni ambientali e paesaggistici e di Estimo e direttore del Cutgana) prevede la definizione nelle riserve naturali integrali “Isola Lachea e Faraglioni dei Ciclopi” di Aci Trezza, “Grotta Monello” di Siracusa e “Complesso speleologico Villasmundo-S.Alfio” di Melilli di percorsi tematici geo-referenziati in cui i visitatori – anche diversamente abili tramite fruizione multicanale – saranno puntualmente assistiti e consigliati mediante dispositivi in grado di fornire contributi multimediali e multilingua.

Il sistema, grazie alla realizzazione di una App per Android e iOS da utilizzare in dispositivi mobili (smartphone e tablet), durante le visite permetterà la visualizzazione in ipogeo di video termografici (Grotta Monello), come anche la fruizione di tour subacquei e di superficie di aree protette (Aci Trezza, Villasmundo-S.Alfio). Inoltre, l’applicazione consentirà ai visitatori di fruire, tramite a diversi punti geo-referenziati ben segnalati all’interno delle riserve naturali, i contenuti multimediali (audio-video, foto, ricostruzioni 3D, descrizioni dettagliate e link a siti online) con la realtà aumentata.

E ancora il visitatore (anche persone con difficoltà con la lingua italiana e ai diversamente abili) potrà ottenere informazioni dettagliate (storiche, naturalistiche, culturali) inerenti i percorsi eco-turistici selezionati, la possibilità di integrare la fruizione di diverse tipologie di circuiti eco-turistici e di usufruire in modo virtuale via web di percorsi selezionati tra quelli disponibili all’interno delle aree naturali protette.

Il progetto prevede anche una cabina di regia intelligente per la ricerca e per la redistribuzione via web dei contenuti video realizzati dal personale del Cutgana nel corso delle visite guidate in modo tale da far conoscere al visitatore occasionale percorsi eco-turistici collegati attraverso una visita virtuale al fine di arricchire di contenuti la visita in corso e promuovere le successive.

Al tempo stesso il dispositivo consentirà di fornire un servizio di fruizione innovativo (attualmente non disponibile) permettendo una “nuova visione” virtuale dei percorsi eco-turistici ipogei e di superficie nelle ore notturne raggiungendo così alti livelli di integrazione tecnologica.

Articoli simili


Articoli scritti dalla Redazione.

Advertisement

Leggi articolo precedente:
“Una scelta per il futuro”, ritorna il salone dell’orientamento dedicato alle matricole

Il Liceo G. Turrisi Colonna, sull’onda del successo dello scorso anno, ripropone per l’anno scolastico 2014-2015 la seconda edizione di...

Chiudi